L’importanza della GSD nella fotogrammetria con drone Gennaio 18, 2021 – Posted in: Domande frequenti sulla Fotogrammetria, Fotogrammetria con Drone - Teoria, Tecnica e Procedure – Tags: ,

Gds-Come-Si-Misura

La Ground Sampling Distance, o GSD, è un parametro fondamentale per fare fotogrammetria aerea con drone.

In inglese significa “distanza di campionamento del terreno”

Facciamo un esempio

GSD = 50 cm/pix

significa che 1 singolo pixel nella foto misura 50 centimetri nella realtà, sul terreno fotografato.

La GSD si ottiene a una data distanza in volo da terra, con una data dimensione del sensore della fotocamera del drone, con una data lunghezza focale dell’ottica della fotocamera del drone.

Come si calcola la GSD in modo semplice?

Esiste un metodo che procede dalla teoria e dalla formula matematica per il calcolo della GSD.

Nella pratica della fotogrammetria con drone, però, la GSD si può calcolare in modo estremamente semplice.

Infatti esistono sul web, dei tool gratuiti per conoscere il valore di  GSD che otterrai a una data distanza da terra con il drone che usi, che ha una fotocamera con determinate dimensioni del sensore e determinata lunghezza focale.

Ci sono vari tool online. Da parte mia ti invito a provare quelli gratuiti delle software house dei programmi per fotogrammetria, come PIX4D o 3DFlow. Potrai esercitarti e direttamente  visualizzare i valori di GSD, col semplice inserimento dei dati delle dimensioni del sensore, di lunghezza focale e di distanza da terra (altezza del volo).

Ma non è l’unico modo semplice per calcolare la GSD.

In tuo aiuto vengono anche le app per smartphone o tablet che puoi usare come pianificatori di volo per fare fotogrammetria con drone. Le trovi gratuitamente sullo Store del tuo device.
Te ne consiglio un paio: Pix4Dcapture ; oppure 3dSurvey Pilot .
Vedrai immediatamente con queste app che basterà indicare modello di drone e distanza da terra per avere il calcolo automatico della GSD.

Più in alto = GSD peggiore – Più in basso = GSD migliore

Fin qui hai visto quali sono i modi più pratici per calcolare automaticamente la GSD. Ma voglio ora passarti i concetti più importanti che riguardano la GSD.

Volando più in alto, la GSD peggiora. Che cosa significa? Che il valore di GSD aumenta. Una GSD numericamente più alta viene considerata una GSD peggiore.

Volando più in basso, invece, la GSD migliora. Che cosa intendo con “migliora”? Intendo dire che il valore di GSD diminuisce. Una GSD numericamente più bassa viene considerata una GSD migliore.

Te lo spiego con un esempio.

Se volo a 30 metri da terra con il mio DJI Spark, ottengo una GSD di 1,06 cm/pix.

Se invece volo a 60 metri da terra, sempre con il mio DJI Spark, ottengo una GSD di 2cm/pix.

Ecco, la GSD di 1,06 cm/pix è migliore di quella da 2,12 cm/pix.

Questo esempio è servito per illustrare meglio ciò che ho scritto prima, ovvero che volando più in basso avrai una GSD migliore.

Un accenno alla Footprint (impronta a terra)

C’è un’ultima considerazione fondamentale, da ricordare. Più ti alzerai da terra in volo col drone, più grande sarà il footprint (impronta a terra). Più, invece, ti abbasserai e volerai vicino terra, più il footprint sarà piccolo.

Nel fare fotogrammetria con drone, infatti, spesso bisogna trovare il giusto equilibrio tra GSD e footprint.

Il nostro corso